lunedì 17 aprile 2017

CHAT GRATIS - UN' ISOLA NEL WEB

Chat Gratis: Prendi un giorno d'autunno, quando la noia colora il silenzio del tuo pomeriggio e lo smartphone riesce solo a connetterti al vuoto brusio del mondo. Prendi uno di quei giorni dove, infondo, avresti ancora voglia di parlare, di dire la tua, di gridare, forse, ma l'apatia della gente ti soffoca come l'acqua salata nei polmoni. Entri nel grande mare del web e frustrazione e rabbia crescono all'ombra delle chat, caricature di sé stesse, schiave della propria sete di contatti, ridotte ad alcove di incontri per sesso low cost. Poi, mentre ti trascini via, l'Urto con un angolo di passato ti stordisce. Una chat gratis che sembra uscita dagli anni '90, con una grafica minimalista che funziona in maniera snella anche su un vecchio pc e tante strisce di parole. Niente video, immagini o gif animate, solo frasi di senso compiuto, domande, risposte e qualche link musicale. E dietro alle frasi, persone, che non sono né migliori né peggiori di altre, né belle né brutte, ma sono reali e hanno ancora voglia di leggere e di dire ciò che pensano, con il coraggio di mettersi in gioco in un confronto che di virtuale ha soltanto il mezzo. Nel centro commerciale spersonalizzante dell'infinito web, chat gratis OndaDurto è un piccolo bar, una taverna calda, dove fermarsi a respirare, scambiarsi opinioni, sorridere insieme. Un luogo dove la sostanza non ha ceduto il passo all'apparenza ed è rimasta la protagonista, dove la bulimia di informazioni si ferma per degustare il sapore delle piccole cose. E' il posto che non c'era più, ma attenzione: frequentare con cautela, perché l'intelligenza crea dipendenza. ;) chat senza registrazioneuna piccola Isola nel web dove la bellezza della chat, sono le persone!
Scritto da lirazel (foglia)




lunedì 3 aprile 2017

CHAT ONDADURTO - UNA STORIA AFFASCINANTE - PARTE II

Questa è una storia della mia vita di grande rarità, iniziata nella Chat Gratis OndaDurto.
In una comune e un po' insignificante giornata autunnale, entrò in chat una donna carica di entusiasmo. Forse un po' spaventata, insicura e con un bagaglio di delusioni da dimenticare, cominciò a riempire il vuoto che provava in sé con le parole che lasciava in chat. Mi piaceva leggerla e farmi conoscere, e poco alla volta il nostro interagire si trasformò in una stretta collaborazione per la chat. Si condividevano piccole cose stupendamente belle come arricchire i testi dei siti internet e la pagina facebook di Chat Gratis OndaDurto, una collaborazione creativa e incredibilmente viva, che pian piano ci portava a conoscerci di più anche al di là del virtuale. Condividere le giornate, confrontarsi su tutto e accompagnarsi, in ogni istante, in tutte le piccole faccende domestiche, fino ad alimentare il fuoco delle emozioni e scoprirsi sempre più vicini. Conoscere le rispettive vite, le difficoltà, le piccole gioie e affidarsi, l'uno all'altra, fino a decidere di uscire dalla sicurezza del web per rischiare tutto nell'incontro e nella condivisione della vita reale. La paura, lì alla stazione, mentre la aspettavo, mi rese timido come un ragazzino, ma il mare d'inverno e la solare semplicità con cui affrontavamo tutto, rese quei tre giorni semplicemente meravigliosi. Passeggiare senza sentire il freddo del vento di Bora e trascurare il mare baciato dal sole per non  staccarsi gli occhi di dosso. Scegliere ogni cosa sul momento, senza programmare niente e trovare tutto perfetto: il perfetto contorno di un momento magico. Condividere, stavolta di persona, tutte quelle piccole cose che ci avevano sempre uniti, dalla colazione alla buonanotte, dal bacio alla carezza, stavolta non più virtuali, ma reali. Tre giorni fuori dal tempo, fuori dalla spazio, forse fuori dalle stesse nostre vite. Il treno l'ha portata via, così come l'aveva portata da me, ma nonostante quella grande emozione che continuava a legarci, la distanza diventava a poco a poco incolmabile…
Non è facile capire cosa sia accaduto in seguito, tra gelosie e insicurezze, ma quel secondo incontro che attendevo da due mesi, forse per le sue indecisioni, forse per la sua paura di amare, o forse chissà..non avvenne mai. Diventai fragile, insicuro e penosamente geloso, tanto da ferirla molto senza un reale motivo. Sono stato sgradevole e l'ho fatta soffrire, ma nello stesso tempo mi sono detto che se veramente si trattava di un amore grande, mi avrebbe potuto perdonare, perché gli errori si pagano e aiutano nello stesso tempo a non ripeterli mai più, ma non è stato così. Capisco le sue ragioni, ma non potevo, non volevo accettare…. Ho provato, insistito, cercato, ma sono solo riuscito a spaventarla. Qualcosa si è rotto, lo so, e non si può riparare. Forse è solo un sentimento ingigantito dal mezzo virtuale della chat, forse col tempo riuscirò a ridimensionare tutto e sorridere ripensando a lei, serbando nel cuore soltanto quanto di bello c'è stato, ma ora non so se un amore così speciale nella mia vita ci sarà mai più. E' soltanto una chat gratis, un luogo dove incontrare gente per passare del tempo svagandosi un po', ma dietro ogni nick ci sono persone reali, con emozioni e sentimenti veri, che possono lasciare un segno indelebile nell' anima, come è capitato a me.

                                                                                                         OndaDurto





                                                                                                      

domenica 26 marzo 2017

TORTA DI MELE DELLA CHAT ONDADURTO


Un argomento ricorrente della nostra Chat Gratis Ondadurto è sicuramente la cucina: ricette, discussioni, scambi di idee interregionali e sperimentazioni sono all'ordine del giorno! Alcuni tra i dolci più "famosi" sono i miei, quindi ecco come realizzo la mia semplice torta di mele:

Ingredienti:

300g di farina 00
250g zucchero + un cucchiaio per le mele
60g di burro ammorbidito
3 uova intere
3 mele
1 limone
1 bustina di lievito vanigliato
1 bicchiere di latte

Procedimento:

Lavare e sbucciare le mele, levare il torsolo e tagliarle a cubetti da circa mezzo centimetro di lato. Cospargerle con un cucchiaio di zucchero e con il succo del limone. Lasciarle riposare così per circa mezz'ora.
In un'ampia ciotola montare lo zucchero con le uova fino a ottenere un composto ben chiaro e spumoso. Abbandonare le fruste elettriche, prendere una frusta manuale e unire al composto il burro ammorbidito, mescolando delicatamente fino ad amalgamarlo completamente. Aggiungere poco alla volta la farina, sempre mescolando con la frusta a mano, il lievito setacciato e regolare infine con il latte fino ad ottenere un composto liscio e cremoso.


Da ultimo aggiungere le mele mescolando delicatamente e versare il composto in una tortiera da 22 cm di diametro foderata con carta forno. Cuocere in forno già caldo a 180°C per circa 45 minuti appoggiando la torta nella parte medio-bassa del forno.
Un ultimo segreto: quando sfornate il dolce, dopo aver verificato la cottura con uno stecchino, avvolgete la torta così com'è, con tutta la tortiera, in un panno asciutto e pulito e lasciatela riposare per circa 20 min. A quel punto scopritela e, quando ben fredda, estraetela dalla tortiera. 
E' un dolce molto semplice, per la prima colazione o la merenda. Che ne pensate? Chi prova a farla?
                                                         
                                                                                                                   Onda
 


domenica 19 marzo 2017

CHAT ONDADURTO - UNA STORIA AFFASCINANTE - PARTE I

Tutto cominciò 12 anni fa, nelle pause lavoro con i colleghi, dove in quella oretta quotidiana di riposo ci si raccontava di tutto. Un collega, però, se ne stava sempre separato dal gruppo e col cellulare in mano, scriveva in continuazione. Incuriosito gli chiesi: “Ma che stai facendo?” e lui: “Sono in una chat ed è divertentissimo, vuoi entrare anche tu e vedere se ti piace?” Là è iniziato il mio viaggio nel mondo delle chat. Ero molto affascinato da questo scrivere senza conoscere in realtà nessuno! Era (ed è!) intrigante e mi sentivo molto preso da questo mondo virtuale, dove scherzando e raccontando storie, si poteva incontrare un sacco di gente, di tutti i generi e di ogni luogo. Il mio frequentare le chat non era rivolto alla ricerca specifica di compagnie femminili, come molti fanno! Era (ed è!) un passatempo piacevole, dove chiacchierare del più e del meno con tutti. Con gli anni le cose cambiarono, non perché non mi piacessero più le chat, ma perché ero stanco di incappare nelle solite ingiustizie verso brave persone. La cosa mi irritava parecchio! I 12 anni di chat, proprio per questo, sono stati un po' altalenanti: ogni volta che mi avvicinavo ad una chat, finivo per abbandonarla per le solite ingiustizie che si ripetevano e che non riuscivo proprio a sopportare, finché compresi che se volevo frequentare una chat veramente a modo mio, la dovevo creare io stesso! Partito da subito con le idee chiare su come doveva essere (corretta verso tutti, educata e rispettosa, divertente e piacevole per tutte le persone che come me usano le chat un po' come passatempo e un po' per conoscere gente nuova) due anni fa nasceva OndaDurto!
Ma i problemi non erano finiti: dovevo farmi conoscere! Così cominciai a realizzare i miei siti internet per permettere a tutti di raggiungermi. L'avventura di Chat OndaDurto era solo all'inizio….continua
                                          
                                                                                                                   Onda



CHAT ONDADURTO - ETERNA, LUMINOSA PRIMAVERA


Nell’immaginario comune, quando si parla di chat, di persone che si incontrano in rete, si pensa sempre a qualcosa di equivoco, sporco e volgare. E per lo più è vero, la purezza puo’ non sembrare di questo mondo. Ma… gli infiniti universi che ci circondano ci dicono che esiste il non-qui e il non-ora, altro e migliore. Nitore e autenticità, di una freschezza che lenisce, che sa di “cose che fanno conoscere che balsamo sia all'animo la benevolenza” (cit.). Questo è il posto dello stupore, della meraviglia inaspettata, della grazia del rispetto e della compostezza dei modi.
Alla ricerca di un bagliore, alla ricerca di un suono, alla ricerca di una stella calda e vitale, come un astronauta solitario e disperso, galleggia nello sconfinato cosmo, non chiede altro che di essere travolto dall’onda d’urto della forza di gravità che l’attiri a sé, per sconfiggere quel vuoto freddo e oscuro in cui meteore impazzite passano e feriscono, lambendo la carne fragile.
Così noi. Quando ne abbiamo abbastanza di quella desolazione romita e cerchiamo qualcuno, qualcosa là fuori. Ma ci fa paura, perché siamo esposti, nudi e fragili. Non c’è niente da temere qui, è una stella calda. E’ bagliore e suono; e non è solitudine che sgomenta. E’ umanità, nel bene e nel male. E’ vita, pulita e felice, di quella felicità, forse un po’ sciocca e irriverente, ma che spera di essere contagiosa. E tu, sii irriverente! Corri questo rischio, niente affatto imprudente. Vieni a cercarci, a prenderci! Portaci con te e vivici. Perché là fuori è un brutto mondo ma qui no. Qui c’è un abbraccio, qui ci sono orecchie, qui ci sono cuori, leggerezza ed empatia. Varcando l’uscio, si apre il locus amœnus che darà lo squisito dolore di non volerlo lasciare più. E il parlare diventa un libro, pagina dopo pagina, parola dopo parola, ci addentriamo nella vita di protagonisti che si svelano poco a poco ed entrano nell’anima, e diventano parte di essa. Stelle di una stessa galassia che danzano insieme in una continua attrazione e dipendenza. Nell’incertezza del tutto, sanno sempre dove ritrovarsi e illuminarsi reciprocamente. Un posto dove è sempre dolce primavera. Fantasmagorica illusione.
                                                                                          SkyBlue



CHAT ONDADURTO - LA LIBERTA' DI ESSERE SENZA DOVER APPARIRE

Scoperta piacevole e ricca di significato nella vita quotidiana: Chat OndaDurto!
ESISTONO persone nelle nostre vite che ci rendono felici per il  semplice caso di avere incrociato il nostro cammino. Alcuni percorrono il cammino al nostro fianco, vedendo molte lune passare, gli altri li vediamo appena tra un passo e l'altro, li chiamiamo amici e ce sono di molti tipi. Talvolta ciascuna foglia di un albero rappresenta uno dei nostri amici, il nostro albero della vita! Amici! con loro dividiamo il nostro spazio virtuale affinchè possano farci compagnia, condividere ore di chiacchiere e musica. Questo luogo magico, la Chat OndaDurto ci dà questa opportunità, conoscere persone che non avrebbero altrimenti incrociato il nostro cammino.
Molti di loro li chiamiamo amici dell'anima, del cuore. sono sinceri, sono veri. Sanno quando non stiamo bene, sanno cosa ci fa felici. E alle volte uno di questi amici dell'anima si infila nel nostro cuore e allora lo chiamiamo innamorato. Egli da luce ai nostri occhi, musica alle nostre labbra, salti ai nostri piedi. Nella nostra vita distratta, frenetica a volte priva di senso, la Chat OndaDurto è come una luce che può aprirci un mondo fatto di musica e parole, di risate  di gioco e complicità e perché no AMORE! E’ quel luogo segreto dove possiamo essere noi stessi. Citando Pirandello non possiamo non pensare alle maschere! Datemi una maschera e saprò essere me stesso! Siamo tutti alla ricerca di una “parte” in questa vita, e calziamo a nostro uso quella che ci fa sentire meglio. Ecco la Chat OndaDurto è il luogo  dove è possibile toglierci la maschera ed essere noi stessi. Abbiamo bisogno di un luogo caldo, pacato ma allo stesso tempo divertente dove trascorrere ore spensierate senza doverci preoccupare di apparire ciò che non siamo, dove è possibile scambiarsi opinioni e pareri anche sulla vita quotidiana e perché no consigliarci e rassicurarci. Giochi e musica poi fanno da cornice a questo luogo magico e protetto. Ho scelto Chat OndaDurto e non un'altra Chat perché sono un essere libero che non vuole costrizioni. In Chat OndaDurto ho trovato il luogo ideale per essere libera intellettualmente ed esprimermi al meglio. 

La Chat OndaDurto è una Chat Gratis, Chat Seria e Chat senza registrazione.
                                                                           
                                                                                                           virginia